Ad ogni sport le proprie leggende

All’apparenza può sembrare un semplice gioco, un altro campo in cui poter far circolare una grande quantità di denaro o una semplice attività di svago e divertimento. Per molti lo sport equivale a salvezza. Quante volte ci siamo sentiti dire di dover sacrificare noi stessi per poter raggiungere i nostri obiettivi e per poter far diventare realtà i nostri sogni. Ogni sport, dal pugilato al calcio, dal basket all’atletica, ha le proprie leggende, simboli di quella disciplina e punti di riferimento di tanti giovani atleti. Riesaminando insieme ogni singola categoria sportiva, verranno fuori tanti campioni, alcuni dei quali ci hanno lasciato prematuramente.

Iniziamo dal calcio, impossibile non citare i due colossi del pallone: Maradona e Pellè, ancora oggi sono oggetto di discussione perché impossibile scegliere chi sia il migliore. Situazione analoga per i due migliori calciatori degli ultimi anni, Messi e Ronaldo: continuano a stupirci in campo, ma i loro nomi sono già leggenda. Non mancano le calciatrici che hanno illuminato il rettangolo di gioco con il loro talento: Akers e Hamm hanno dominato la scena degli anni ’90; Marta e Rapinoe dominano lo spettacolo ai giorni d’oggi, la seconda anche nella vita sociale lottando in prima persona (dichiaratamente omosessuale) per la parità dei diritti civili.

Passiamo al basket, sport amato in particolare negli USA, dove effettivamente hanno giocato i migliori talenti. Un nome che suona familiare nelle orecchie di tutti è sicuramente quello di Michael Jordan. Eletto nel ’99 miglior atleta nord-americano del XX secolo da ESPN, i suoi 6 titoli Nba e la sua maestosità nel campo da gioco spinsero la Nike a dedicargli il marchio Air Jordan. Non si può fare a meno di citare Lebron James e Kobe Bryant, che lo scorso 26 Gennaio ha perso la vita in un tragico incidente aereo insieme ad altre 8 persone, tra cui sua figlia tredicenne Gianna.

Parliamo di boxe e ci viene in mente subito la figura di Muhammad Ali. Nominato da molte testate “sportivo del secolo”, molti ricordano ‘The Greatest’ per l’impatto sociale che ebbe a livello mondiale. Avvicinandoci ad un’epoca più contemporanea alla nostra, Mike Tyson ha il merito di aver fatto riscoprire questa disciplina, diventando un pugile leggendario nell’ultimo ventennio del ‘900.

Sono tanti i campioni entrati nella leggenda dall’atletica leggera, tra questi Pietro Mennea e Usain Bolt. Il suo soprannome era ‘La freccia del Sud’, Mennea ci ha lasciato nel  Marzo del 2013 ma rimangono indelebili tutti i record firmati a livello mondiale, europeo e italiano. In virtù della sua carriera fu inserito, difatti, nell’ordine olimpico. Poco da dire sul secondo personaggio, Bolt è stato un’icona mondiale di questo sport per anni raggiungendo traguardi, e velocità, inimmaginabili. Definito, anche dallo stesso Mennea, il più grande velocista di tutti i tempi.

Gli amanti della pallavolo ricorderanno Lorenzo Bernardi, eletto nel 2001 il miglior pallavolista del XX secolo.

Come per l’atletica, anche nell’ambito tennistico sono tante le leggende che hanno lasciato a bocca aperta tutti. Abbiamo la fortuna di osservare all’opera i ‘Big three’: Federer, Nadal e Djokovic; negli anni ’90 il gioco era dominato da Agassi e Sampras, qualche anno prima dalla rivalità tra McEnroe e Borg. Impossibile non conoscere le sorelle Williams, Venus e soprattutto Serena: in totale hanno vinto 121 tornei, collezionando 300 settimane al primo posto nella classifica mondiale.

Chi non ha sentito parlare negli ultimi anni della favolosa storia di Bebe Vio, schermitrice italiana campionessa paralimpica in fioretto individuale, la cui grinta e determinazione hanno preso il sopravvento su quella che sembrava la fine. La prima atleta al mondo a gareggiare con protesi a tutti e quattro gli arti e tante tante vittorie a livello mondiale ed europeo.

Concludiamo menzionando il nuotatore più medagliato nella storia della disciplina, ovvero Michael Phelps, che ricevette anche un premio alla carriera con un messaggio chiaro e tondo: “A Michael Phelps, il più grande atleta olimpico di tutti i tempi”.

  Ad ogni sport le sue leggende e i suoi record, ma ad ogni campione vanno sempre associate tre parole: sacrificio, volontà e spirito. Se c’è chi nasce dotato di talento, c’è chi lavora giorno dopo giorno per diventare quel talento, i quali sforzi un giorno verranno ricompensati. Pensiamo sempre che c’è chi cerca una nuova vita nello sport, chi scappa dalla propria casa per inseguire i propri sogni, come molte delle leggende sopra citate e non, perché lo sport, purtroppo, non sempre è soltanto un gioco.

 

-Andrea Greco

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on Twitter

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *